Letizia Moroni   Per condividere con voi idee, pensieri, considerazioni...

La mia idea di politica

Nella mia più che decennale militanza a sinistra ho cercato di stimolare il confronto delle idee su temi come: l'emancipazione femminile, il lavoro, i disagi ai cittadini prodotti dalla deregulation e dalle privatizzazioni selvagge dei servizi pubblici, la scuola, il clima e l'ambiente.
Oggi mi piacerebbe superare i limiti del dibattito culturale fra addetti ai lavori col tentativo ambizioso di condividere con una più vasta platea di cittadini, idee e progetti per l'affermazione di una sinistra incisiva ed attiva nella difesa di interi settori sociali che oggi vivono disagi ed emarginazioni senza precedenti. Parlando di disagio sociale mi riferisco soprattutto ai giovani che patiscono tassi di disoccupazione intollerabili ed alle donne che pagano più di tutti una progressiva perdita di diritti sul lavoro ed in generale nella società.
La società liberista basata sul profitto economico non da risposte a queste sofferenze sociali anzi le genera... e noi dobbiamo perciò trovare le forze e le giuste energie per svincolarci progressivamente dalle logiche del profitto individuale affermando invece le logiche della condivisione e del bene comune. Mai come ora è necessario un passaggio dalle idee ai progetti, dai dibattiti alle soluzioni.

Letizia Moroni alla manifestazione SEL Piazza del Popolo 2011

L’amore al tempo dei (porno) social

Penso che i veri eroi /eroine dei nostri tempi siano coloro a cui capita di innamorarsi e che di conseguenza decidono di vivere una storia d’amore! Non c’è nulla di più difficile, doloroso e complicato che portare avanti una storia sentimentale al giorno d’oggi, dove l’ossessione delle immagini la fa da padrona e dove i social hanno completamente stravolto il modo di comunicare e di interagire tra esseri umani. Continua

L'Expo

Nel 2008 si decide di portare l’Expo a Milano, dopo ben 100 anni. Era l’epoca politica di Romano Prodi, Letizia Moratti, Massimo D’Alema e Roberto Formigoni, larghe intese quindi in nome del business. A maggio 2013 l’amministratore delegato di Expo Spa, Giuseppe Sala, viene nominato dal governo Letta Commissario Unico di Expo, si evince quindi che i ritardi degli anni precedenti aprono ad arte la strada per la gestione commissariale, quindi l’eccezione diventerà regola e norma allo stesso tempo. Continua

Letizia Moroni ed Enrico Luciani al primo Congresso Sinistra Ecologia e Libertà Firenze 22 23 24 ottobre 2010

Cosmopolitica: il partito che vorrei

Il 19-20-21 febbraio si è tenuta a Palazzo dei Congressi a Roma “Cosmopolitica” una tre giorni di dibattito per dare inizio alla costruzione di un nuovo soggetto di sinistra, un’assemblea che ci porterà ad una fase congressuale a dicembre per dare nome simbolo e organizzazione a questo nuovo soggetto appunto.
Esplorare - Pensare la politica e la sinistra, costruire il percorso - L’Europa nel disordine globale - Il lavoro nel modello capitalistico europeo - Produzione consumo e modello ecologico - Nuova sinistra italiana - Sono stati soltanto alcuni tra gli argomenti trattati durante l’assemblea. Continua

Lavoro: prima emergenza sociale

Credo che Il lavoro debba tornare ad essere un tema centrale della nostra politica. La crisi economica e la conseguente crisi sociale, sta esplodendo in tutta la sua brutalità. Chi fa politica a stretto contatto con i cittadini si rende conto che l’emergenza lavoro è diventata una piaga che coinvolge la stragrande maggioranza delle famiglie. La politica non può rimanere silente di fronte a questo dramma. Continua

Letizia Moroni

La scuola: l'attimo fuggente o... un fuggi fuggi generale, soprattutto dei maschi? invochiamo le quote blu!

... Vorrei concentrarmi su un aspetto in particolare:  la presenza delle donne nella scuola italiana.
A nessuno sfugge che l’85% del personale docente di ruolo nelle nostre scuole è di sesso femminile e questo dato è costante dagli asili alle superiori, per tutto il ciclo formativo scolastico quindi, si assiste ad una presenza predominante di insegnanti donne e di conseguenza alla  quasi totale assenza di figure di riferimento maschili.
Qualche settimana fa anche l’OCSE ha lanciato l’allarme : eccessivi squilibri di genere nel percorso formativo scolastico europeo. Continua

Erotomani pulsionali al potere!

Grazie grande  Zygmunt Bauman.  e scusaci perchè più che "fluidi" siamo "umidi" (cioè immondizia).

Durante i miei studi universitari in Antropologia Culturale  e le varie ricerche sul campo, per approfondire le Nuove Religioni e il "nomadismo spirituale" che contraddistingue i nostri tempi, ho avuto la possibilità di conoscere molti Maestri Yoga.
Di alcuni di loro ho un ricordo molto positivo, perchè ho potuto constatare la  lealtà degli intenti e la validità degli insegnamenti. In particolare sono rimasta colpita da una frase, un  insegnamento, che  viene ripetuta spesso in questi incontri e che , se applicata, migliorerebbe la vita di tutti. Continua

ALTERNATIVE: un nuovo progetto a sinistra,

funzionerà se per mezza poltrona / 20 sederi scegliamo sederi con voti sudati sul territorio. Fuori i pontificatori! Fuori i malati di Sindrome Rancorosa del Beneficiato! Dentro i vecchi e le brutte!

Sta nascendo un nuovo progetto a sinistra, una nuova associazione, ALTERNATIVE, che si pone come obiettivo quello di fare da contenitore propositivo per idee e persone che vogliono ricostruire una sinistra sana e coerente nel nostro Paese.
l'11, il 12 ed il 13 novembre sono state tre giornate di incontro e di dibattito con ospiti del panorama politico italiano, militanti e gente comune, uniti per  dare un contributo alla nuova associazione, partecipando a dibattiti e tavoli di discussione. Continua

Grazie Tina Anselmi.

Da Tina, Nilde, Elsa (Conci), Lina (Merlin) ai giorni nostri...
Ieri: conoscere il senso delle Istituzioni, oggi: conoscere il verso dei pantaloni (del potente maschio di turno).

Di solito sono contraria ad ogni forma di santificazione che avviene dopo la morte di personaggi importanti, ma da donna, non posso non sentire il bisogno di scrivere una  mia considerazione su ciò che ha rappresentato Tina Anselmi, nel panorama politico italiano.
Chi ha la pazienza di leggermi, conosce il mio disprezzo nei confronti della attuale classe dirigente, soprattutto nei confronti delle attuali figure femminili al potere. Cialtrone, venute alla ribalta spesso grazie al loro, sovrastimato, aspetto fisico,  amanti quindi del "potente di turno" o, se meno avvenenti, nominate come  "serve politiche" del "potente maschio in ascesa". Continua

La classe dirigente italiana è ipocrita! Donne (improponibili) è arrivato l'arrotino!

Sbalorditivo come gli italiani ed in particolare la classe dirigente, sia diventata spudoratamente ipocrita, o forse lo è sempre stata. Negare l'evidenza, sembra essere lo sport più in voga in questi ultimi tempi... Questa è stata un'estate caratterizzata da numerose polemiche importanti e meno, ma sempre all'insegna di una insopportabile ipocrisia di fondo. Potrei partire dalla tanto discussa vignetta sul Fatto Quotidiano, che ha visto come protagonista la ministra Boschi e tutta la finta indignazione che ne è scaturita per giorni. Continua

Il mio impegno per i Castelli Romani

I Castelli Romani, area nella quale risiedo e nella quale si svolge gran parte della mia attività politica e culturale, rappresentano un bacino con immense risorse umane, paesaggistiche e culturali; un patrimonio millenario, spesso non utilizzato al meglio delle sue potenzialità, che potrebbe invece creare lavoro e ricchezza.
Gran parte della mia attività post laurea si è concentrata sullo studio antropologico del mondo contadino e dei movimenti operai in alcune aree dei Castelli allo scopo di proporre e progettare percorsi museali fruibili in loco.
Negli anni successivi, in qualità di attivista della LiberAssociazione prima e di Sinistra Ecologia e Libertà poi, ho sempre cercato di porre i Castelli Romani al centro di una serie di dibattiti politici e culturali che hanno animato ed appassionato la sinistra italiana.
Dal 2010, in quanto coordinatrice del circolo Simone Weil di Frascati, il mio impegno per i Castelli prosegue e si consolida.

Letizia Moroni alla manifestazione SEL Piazza del Popolo 2011

Le donne in politica

Quello che è accaduto alla candidata sindaco di Milano del Movimento 5 Stelle, Patrizia Bedori, non si può che definire un vergognoso episodio di misoginia, che ben rispecchia l’evoluzione della società attuale riguardo le donne. La misoginia, mista a razzismo, di cui è stata vittima la Bedori, ci deve far riflettere sul ruolo delle donne in generale ma, in questo caso, sul ruolo delle donne in politica e sulle relative conquiste a riguardo. La Bedori è stata massacrata a livello mediatico con insulti feroci, che hanno riguardato il suo aspetto fisico e la sua professione, cioè casalinga quindi disoccupata. Continua

Il mondo del lavoro

Quando si parla di lavoro c’è sempre una retorica di base che vuole che tale parola si associ alla parola giovani. La verità è che non è vero che manca il lavoro per i giovani. Il lavoro manca e basta. La cruda realtà è che l’Italia è gremita di licenziati, esodati, prepensionati e precari, la percezione della gente chiama questo scenario con un nome, disoccupazione, la politica, mentendo, dà, al medesimo scenario, il nome di risanamento, azione che secondo la classe dominante si ottiene vendendo, chiudendo, spostando una grande impresa dall’altra parte del mondo, realizzando una fusione di aziende diverse, in cui più della metà del personale è in esubero, rendendo asciutta e ipocritamente moderna un’impresa che va bene, in modo da “premiare” investitori e manager fregandosene dei lavoratori, che da molti anni a questa parte, sono, guarda caso, sempre in esubero. Continua

Letizia Moroni al primo Congresso Sinistra Ecologia e Libertà Firenze 22 23 24 ottobre 2010

Il corpo delle donne

Durante il mio corso di studi ho approfondito più volte la “questione femminile”. Ho avuto la fortuna di poter studiare l’argomento attraverso ricerche di autrici di grande spessore, filosofe , antropologhe, psicologhe e sociologhe. Ricordo un testo in particolare che mi colpì molto, l’autrice è una filosofa americana, Susan Bordo, il titolo del libro Il peso del corpo. Un meraviglioso viaggio nel mondo delle donne dove viene messo in risalto il modo di considerare il corpo femminile nella società contemporanea. Continua

La politica, le donne, l'ipocrisia, l'ingratitudine e gli "Spostatori di coriandoli"

Non sono rimasta particolarmente colpita dalla Giunta Raggi nè dalla Giunta Appendino, mi aspettavo una presenza famminile maggiore rispetto a quella politicamente corretta appena espressa, mi aspettavo un segnale di rottura vera rispetto al passato, così come avevano promesso.
Come sostengo da sempre, le prime nemiche delle quote rosa sono le donne, le donne non si piacciono tra di loro, non si scelgono e questa antipatia la conosce bene chi ha avuto modo di avere un "capo" donna. Continua


TUTTI GLI ARGOMENTI
Home Letizia Moroni Contatti Manifestazioni Circolo Simone Weil Media Blog
Informativa Privacy